Le condizioni di innocuizzazione dei gas putrefattivi vengono realizzate con filtri specifici, contenenti sostanze adsorbenti. I filtri commercializzati posseggono le caratteristiche richieste dalla Norma AFNOR NF P98-049.

I parametri di efficacia rispetto ai composti volatili presenti nei gas sono:
95% +/- 5% per ammoniaca e acetone
99% +/- 1% per l’etilmercaptano

Il filtro è collocato dentro il loculo, oltre la parete di tamponamento e comunica con l’esterno per mezzo di un tubicino che fora la lastra di chiusura.

I filtri devono obbligatoriamente lavorare in posizione verticale, per cui, in base alla tipologia del tumulo, verrà utilizzato un raccordo standard oppure a gomito come quello rappresentato sopra. Chi effettua l’installazione del filtro dovrà preoccuparsi di lasciare all’esterno soltanto 3 o 4 cm. di asta filettata terminante con i due forellini di scambio aria e con la vite di testa in ottone, eventualmente tagliando la parte in eccesso (la parte in eccesso dovrà essere tagliata solo ed esclusivamente dal lato opposto ai due forellini di scambio aria).