Logo_BiofunCaratteristiche

Con la decomposizione del cadavere inumato avvengono processi putrefattivi e, in seguito a queste reazioni, vengono rilasciate nel terreno sostanze che tendono a saturarlo. Se si integra il terreno con una selezione di microrganismi in grado di metabolizzare la materia organica, si migliorano le caratteristiche mineralizzanti. THANOS BIOFUN è un prodotto in polvere che, grazie alla sua base enzimatico-batterica bilanciata e molto attiva migliora le caratteristiche del terreno. La dose di 1 Kg. è capace di trattare 1,5/2,0 mc. di terreno.

Situazioni e modi di impiego

Nei primi anni dopo il decesso i processi putrefattivi del cadavere determinano la produzione di gas e liquidi. Nel caso del feretro inumato, i primi non danno problemi in quanto vengono filtrati dal terreno e si disperdono nell’atmosfera, mentre i liquidi, specie in terreni limoso-argillosi, rimangono intrappolati nelle immediate vicinanze del feretro combinandosi coi terreni, formando sostanze ricche di nitriti e nitrati.
Lo strato di terreno limoso-argilloso in presenza di falde acquifere alte, rallenta i normali fenomeni putrefattivi del cadavere e favorisce l’insorgere di fenomeni conservativi.
Con l’utilizzo di THANOS BIOFUN si rigenera il terreno di un campo di inumazione sottoposto a diversi turni di rotazione oppure si migliorano le caratteristiche dei terreni con scarse capacità mineralizzanti.
All’atto dell’inumazione del feretro è sufficiente addizionare 1 Kg. di THANOS BIOFUN a circa 1,5/2,0 mc. di terreno, che successivamente sarà posizionato intorno alla cassa.
Si consiglia di miscelare uniformemente THANOS BIOFUN col terreno. Per aumentare ulteriormente l’azione del prodotto è sufficiente depositare un leggero strato di THANOS BIOFUN puro sul fondo della buca nella quale andrà calato il feretro.

Trattandosi di un prodotto che agisce per azione enzimatico-batterica necessita di una umidità non inferiore al 40% per attivarsi e mantenersi.